Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP

smartbuildingmag.it
Semtech News

Il modo intelligente per ridurre i costi e migliorare l'efficienza

Byron BeMiller, Director of the Smart Building Vertical Market, Semtech Corporation.

Il modo intelligente per ridurre i costi e migliorare l'efficienza

L'adozione di nuove tecnologie sembra essere la via maestra nel nostro futuro per migliorare l'efficienza, ridurre i costi e, in generale, semplificare la vita. Nonostante ciò, non ci sono molte aziende che potrebbero aspettarsi di risparmiare milioni di dollari in un solo anno adottando una nuova tecnologia, ma Capgemini sì.

Tuttavia, sebbene siano un fornitore globale di grandi dimensioni di servizi tecnologici, la tecnologia per la riduzione dei costi che hanno adottato non è affatto inaccessibile anche alla proprietà, o addirittura al gestore, di un singolo edificio o di una catena di locali commerciali (dopo tutto, Capgemini ha speso solo il 2% del budget totale degli uffici per ottenere potenziali risparmi annuali di oltre il 10%).

Il problema che Capgemini ha scoperto di avere era che nei suoi 400 edifici situati in tutto il mondo il livello medio di occupazione degli stessi era solo del 65%. Allo stesso tempo, il 30% delle sale riunioni che risultavano prenotate rimanevano inutilizzate. Il risultato è stato che i costi immobiliari che Capgemini sosteneva non riflettevano l'effettivo utilizzo dei loro edifici, né soddisfacevano gli impegnativi obiettivi di sostenibilità che la società si poneva, e all'interno dei singoli locali il personale non era in grado di pianificare correttamente l’utilizzo delle sale riunioni, in modo efficiente e senza problemi.

Quindi, come poteva l'azienda sperare di risparmiare così tanto? Semplice: in poche parole, ha deciso di rendere i suoi edifici intelligenti - inizialmente 25 ma molti altri in arrivo - attraverso l'uso dell'Internet of Things (IoT), vale a dire i LoRa devices di Semtech e il protocollo Open LoRaWAN. L'azienda è rimasta così soddisfatta dei risultati che ha sviluppato una propria soluzione basata su LoRa chiamata SmartOffice, e che ora viene offerta anche ai Clienti.

Prima di raggiungere quel punto, in Capgemini si erano guardati intorno, alla ricrca di soluzioni di mercato per smart building, ma erano rimasti delusi da ciò che era disponibile. NB-IoT ha mostrato qualche promessa, ma era limitata dalle distanze che poteva attraversare mentre il 5G aveva problemi in termini di affidabilità, sicurezza dei dati, e non è ancora stato implementato a livello globale. La soluzione ideale avrebbe avuto bisogno di un'ampia copertura, a lungo raggio, di una elevata capacità di penetrazione negli edifici ed essere in grado di trasmettere dati sensibili in modo sicuro, e in tempo reale, in un edificio altamente popolato o attraversando diversi locali senza la minima fuga o perdita di segnale.

Capgemini ha utilizzato transceiver a lungo raggio di copertura e basso consumo per distribuire nei punti strategici dei suoi edifici sensori di occupazione, sensori di sale riunioni, sensori da scrivania e sensori di comfort (monitoraggio della temperatura, dell'umidità, della qualità dell'aria, del rumore e del livello e qualità della luce). LoRaWAN offre la facilità di installazione dell'infrastruttura e i gateway, e i sensori alimentati a batteria possono essere posizionati senza la necessità di specialisti, il che fornisce immediatamente significativi risparmi. Entro il 2020 l'azienda avrà installato 85.000 di questi sensori, con tutti i dati protetti da crittografia end-to-end AES128. Scegliendo il protocollo LoRaWAN, in Capgemini sono stati in grado di garantire una copertura ad ampio raggio, con un unico gateway in grado di raggiungere i sensori su un'area di 10.000 metri quadrati, mantenendo basso il numero di gateway e riducendo così i costi di installazione e gestione.

Dal momento che tra chi vorrebbe creare edifici intelligenti non tutti hanno le risorse di un Capgemini, Semtech ha introdotto uno "Smart Building Reference Kit" modulare con l'idea di aiutare i proprietari e i gestori di edifici ad accelerare l'adozione di soluzioni basate su LoRaWAN. Il kit contiene 20 sensori, due gateway e un hotspot 4G globale e consentirà agli utenti di monitorare fattori come le condizioni ambientali di un edificio, nonché l'utilizzo delle scrivanie e locali, nonché lo stato di varie finestre e porte. Poiché la soluzione è portatile, il kit consente agli utenti di posizionare i propri sensori nelle migliori posizioni possibili per garantire la massima copertura.

I gestori di edifici in tutto il mondo sono ora in grado di applicare anche come retrofit e impostare semplici reti anche con zero conoscenze tecniche dell'IoT, LoRaWAN o qualsiasi altro tipo di tecnologia di smart building. Non solo, possono anche espandere le loro reti seguendo le loro esigenze e al proprio passo, installando dispositivi aggiuntivi nella chiara comprensione del fatto che più intelligenti sono i loro edifici, più efficiente sarà il personale al loro interno, e maggiori anche i risparmi. Risparmi in milioni di dollari in soli 12 mesi non sono un obiettivo credibile, ma una potenziale riduzione dei costi di oltre il 10% può invece essere un obiettivo concreto, che vale la pena ricercare.

www.semtech.com

 

  Richiedi maggiori informazioni…

LinkedIn
Pinterest

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP