Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP

smartbuildingmag.it
Phoenix Contact News

INTERCONNESSIONE SENZA LIMITI DELL'INFRASTRUTTURA DI RICARICA

Con Charx control modular, Phoenix Contact introduce sul mercato una nuovissima generazione di controllori per la ricarica dei veicoli elettrici. La piattaforma aperta basata su Linux è il cuore di un'infrastruttura di ricarica intelligente e sostenibile.

INTERCONNESSIONE SENZA LIMITI DELL'INFRASTRUTTURA DI RICARICA

L'architettura modulare dei controllori Charx control modular consente di adattare il sistema ad ogni caso applicativo, dalla singola wall box al parco di ricarica interconnesso. Pertanto, anche l’implementazione di ampliamenti futuri non rappresenta alcun problema. I nuovi controllori sono modulari, offrono numerose funzionalità, sono dotati delle più comuni interfacce di comunicazione in una custodia estremamente compatta e possono essere configurati in modo intuitivo tramite Web Based Management.

L’interoperabilità tra i diversi sistemi sta diventando sempre più importante per il futuro della mobilità elettrica e per una transazione di successo verso una All Electric Society basata sull’energia a emissioni zero. Pertanto, la comunicazione tra gli stakeholders, le reti, gli edifici, i punti di ricarica ed i veicoli rappresenta il fattore chiave per una mobilità elettrica sostenibile basata sulle energie rinnovabili. Per raggiungere questo obiettivo sarà necessario integrare i veicoli elettrici nella Smart Grid o nella Smart Home, definire processi efficienti e intuitivi per la gestione dei dispositivi e delle patch dedicate ai CPO (Charging Point Operators).

Tutte queste applicazioni IoT e servizi “Smart” richiedono una comunicazione sicura basata su vari protocolli. Con la nuova generazione di controllori Charx control modular e la loro piattaforma Linux aperta, i produttori e gli operatori di infrastrutture di ricarica sono pronti a soddisfare questi requisiti.

www.phoenixcontact.com

  Richiedi maggiori informazioni…

LinkedIn
Pinterest

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP